Metodo Per Il Web

Presentazione del nuovo piacere di inglese

In XVIII e nella prima metà dello XIX secolo la stragrande maggioranza dei ricercatori europei di antichità considerò narrazioni mitiche e i contenuti di poesie epiche greche Antiche come puramente fantastici. Ma adesso grazie ad apertura archeologica questa opinione non corrisponde a viste scientifiche moderne.

Come leggende e leggende di antichità: i miti greci antichi sono stati ripieni di leggende sugli eventi storici reali che sono stati la base per un appezzamento di poesie epiche durante tempo (“û”,”è”,”è”,”è”, eccetera), la riflessione particolare dei fenomeni di quell'ambiente naturale e pubblico in cui si sono alzati.

Roma, avendo preso la mitologia greca e averlo consegnato greco-romano, reso a umanità servizio enorme. La questione è che la maggioranza di lavori ingegnosi degli scultori greci è arrivata al nostro tempo solo nelle copie romane, con eccezione rara. E se adesso i nostri contemporanei possono giudicare le belle arti notevoli di greci, ma devono essere grati per esso a romani. Così come che il poeta romano Publy Ovidy Nazon nella poesia "Metamorphoses" ha tenuto per tutti noi eccentrico e strano e nello stesso momento tali creazioni commoventi del genio greco leggero nella spontaneità - la gente in cui l'arte "ha trovato l'espressione in tutto il fascino e la verità non affettata un fascino dell'infanzia umana".

Sugli appezzamenti presi in prestito dal gioco di V. Shakespeare di mitologia greco "Troilus e Kressida", la poesia "Venus and Adonis" è scritta. I nomi di eroi mitologici si incontrano e in molti altri lavori di Shakespeare.

Da queste leggende anche aeda derivato trama per le canzoni. È abbastanza possibile che uno di aed conosciuti sotto un nome di Homer ha creato "Eliada" e "Odissea". L'analfabetismo del poeta non poteva prevenire la sua creatività. La tradizione di creatività poetica non scritta, orale rimase fino a XX secolo. Tale è ci sono stati Jambyl e la creatività poetica di Suleyman Stalsky. M. Gorky chiamò non fra l'altro ultimo "Homer dello XX secolo".

Gradualmente in varie aree della Grecia ci sono stati cicli interi di leggende su questo o quel dio o l'eroe. Sull'isola di Creta detta sul dio potente Zeus che ha rubato, essendo diventato in un toro, l'Europa tsarevna fenicia che è diventata il progenitress di zar di Creta il più notevole di cui è stato Minos. Parecchie leggende leggendarie sono collegate al suo nome.

La creazione di miti è stata il primo passo della persona a creatività e conoscenza di sé. Gradualmente delle leggende separate che si sono alzate in varie aree della terra greca ci sono stati cicli interi su destini di eroi e dei che li patrocinano. Tutte queste leggende, miti e le canzoni cantate dai cantanti-aedami vaganti si sono uniti in poesie epiche grandi, come "l'Odissea" "di Illiada" e Homer, "Teogoniya" e "I lavori e i giorni" Hesiod e un gran numero di altri, non raggiunti il nostro tempo alla fine. Grandi poeti-drammaturghi greci Antichi del V secolo - Eskhil, Sophocles, Euripedes - costruito a.C. le tragedie su materiale di leggende antiche su dei ed eroi.

La conoscenza alla manutenzione di mitologia antica non solo allarga orizzonti, ma nello stesso momento porta anche hudozhestvennoestetichesky il piacere al lettore. A tempo debito Marx ha scritto: "L'uomo non sarà capace di girare di nuovo nel bambino, senza cadere in puerilità. Ma a meno che non sia lieto d'ingenuità del bambino?. E perché l'infanzia di società umana dove ha sviluppato tutto più perfettamente, non deve possedere per noi un fascino eterno, molto non ripetendo il passo? Ci sono bambini mal-allevati e bambini intelligenti senili. Molte delle persone antiche appartengono a questa categoria. I greci sono stati bambini normali. Il fascino che è ossessionato per noi dalla loro arte, non contraddice quel passo su cui è cresciuto".

Nel prestito di XVII-XVIII secoli di appezzamenti da mitologia greca Antica da cifre dell'arte europea è stato largamente adottato. Sugli appezzamenti presi da mitologia greca Antica gli artisti fiamminghi, francesi, olandesi eccezionali hanno dipinto quadri: Rubens ("Perseus e Andromeda", "Venus e Adonis"), Van Dyck ("Marte e Venus"), Rembrandt ("Danaya ", il Capo di Pallada di Athena"), Poussin ("Un eco e il Narciso", "La ninfa e le satire", "Un paesaggio con Polyphemus", "Un paesaggio con Heracles", eccetera), Bouchez ("Apollon e Dafna") - e molti altri.